Giancarlo Morelli

Eclettico, estroso, estroverso. Tre aggettivi che definiscono ma non esauriscono la personalità dirompente di Giancarlo Morelli, chef del ristorante Pomiroeu. Nato a Bergamo, ha dedicato la vita ai fornelli e all’incessante scoperta di ogni forma di manifestazione artistica e culturale. Prima nei numerosi viaggi di formazione intorno al mondo, poi in un personale percorso di crescita nel suo Pomiroeu, vero motore creativo, che compie quest’anno 25 anni di attività. Un angolo tranquillo di mondo, nel centro storico di Seregno, dove, da sempre, non si può evitare di stare bene.

Dieci anni fa intraprende un viaggio in Perù: la terra amazzonica lo conquista a livello viscerale e da allora ritorna regolarmente per portare un po’ della cucina italiana e per raccogliere la sterminata testimonianza culinaria e umana di quel luogo, partecipando al Mistura 2012, a Lima, il congresso culinario più importante nel Sud America.

Attento alla ricerca della materia prima, all’estrazione pura del gusto, agli equilibri sorprendenti e calibrati, ha costruito la sua filosofia intorno al concetto di cucina sana, buona e soprattutto etica. Il rispetto degli ingredienti, delle tradizioni, ma anche dei luoghi, degli uomini e soprattutto di se stessi sono i pilastri che reggono la visione del mondo di Giancarlo Morelli. Come cuoco e come persona. Questi temi lo hanno portato alla creazione, insieme all’amico e collega Norbert Niederkofler, del progetto internazionale ecosostenibile Care’s – The Ethical Chef day in Alta Val Badia.

Negli anni è chiamato a partecipare a molti eventi internazionali come Lo Mejor de la Gastronomia e avvia numerosi progetti, tra i quali la gestione estiva del Phi Beach in Costa Smeralda e, dal 2016, la Trattoria Trombetta a Milano. Sempre a Milano ha aperto l’elegante ristorante Morelli, che gode di uno spettacolare chef table provenzale con vista sulla cucina, e l’informale Bulk Mixology Food & Bar, luogo in continuo fermento dove assaggiare, in tranquillità, alcuni semplici piatti, oppure godere del celebre Gian Tonic nell’atmosfera sofisticata di un Mixology Bar spesso frequentato da ospiti internazionali.