fbpx

Giancarlo Morelli

Giancarlo Morelli, da enfant prodige a chef pluripremiato a imprenditore accorto e gentile: una stella Michelin, sei ristoranti, una lunga lista di riconoscimenti nell’alta cucina mondiale.
Nato nella campagna bergamasca da una famiglia di fattori con solide radici nell’etica del lavoro, Morelli si distingue subito per il carattere volitivo e la passione per la cucina, che apprende per osmosi giovanissimo imitando i gesti di sua madre. Si diploma come miglior alunno all’Alberghiero di San Pellegrino Terme, e in quel periodo lavora già per mantenersi.
Appena diciottenne si imbarca come junior chef sui transatlantici americani. Viaggia, lavora, impara. E al suo ritorno in Europa perfeziona la sua cucina seguendo la rigida scuola francese, con maestri come Bernard Loiseau e Alain Ducasse. Grazie alla sua intraprendente visione, alla sua serietà, appena ventiquattrenne diventa gestore del primo circolo di golf d’Italia, a Monticello. Forte di molti riconoscimenti, decide di aprire nel 1993 a Seregno, in Brianza il suo primo ristorante il Pomiroeu – pometo – in omaggio alla mela, frutto sincero e inizio di “tutto”.

Grazie alla sua cucina elegante e schietta, dove convergono tradizione, ricerca e convivialità, viene insignito nel 2009 della stella Michelin. La carriera di Chef si somma a quella di imprenditore, e Morelli inaugura una succursale del Pomiroeu a Marrakech, il Pomiroeu Phi Beach, in Costa Smeralda. Nel 2017 apre altri due ristornati: il Bulk mixology & food bar e il Morelli ospitati nel 5 stelle di lusso Hotel VIU Milan a Milano.

Da sempre sostenitore di una cucina senza sprechi e rispettosa della natura, Chef Morelli fa parte del board di CARE’s Etichal Chef days, manifestazione di alimentazione sostenibile. Inoltre è consigliere e socio membro di Le Soste, collezione top di gamma che racchiude storicamente il meglio della ristorazione italiana in Europa e in Italia.

Carrello

Top